3° Rally Colline di Romagna - 1973 - Rally Colline di Romagna 1971-1985

Privacy Policy
Vai ai contenuti

3° Rally Colline di Romagna - 1973

Edizioni

Domenica 8 aprile 1973 - La Scuderia Arcangeli fa ufficialmente il suo ingresso nel novero degli organizzatori del "3° Colline di Romagna", la affiancano in questa sua fatica il Club del Motore e l'ACI di Forlì. I giornali danno ampio rilievo a questo avvenimento, il "Carlino", 24 ore prima della partenza pubblica l'elenco dei partenti. Sbirciando qua e la troviamo alcuni dei nomi che hanno fatto il rallismo italiano: Amilcare Balestrieri, Carlo Ravaioli, Tony, Fulvio Bacchelli, Leo Pittoni, Luigi Zandonà, Angelo Presotto, Luigi Pantaleoni. Il successo va proprio a Toni con l'Alpine 1800 ancora sperimentale. Autosprint, ed in particolare l'inviato Carlo Cavicchi, prima di riportare la classifica finale chiude in bellezza: "Due parole ancora per l'organizzazione che è stata veramente efficiente, approntando un utilissimo tabellone alla maniera degli internazionali". Preveggenza o inventiva? Non brillano in questa occasione i piloti di casa: Zanuccoli è trentatreesimo, Pedrelli trentottesimo.
                                                                      *notizie tratte dall'opuscolo di presentazione della tredicesima edizione del rally

Percorso

La terza edizione del Rally Colline di Romagna partiva ed arrivava a Forlì.  La gara era suddivisa in due settori con tre prove speciali da ripetersi due volte, le prime due su sterrato e la terza su asfalto.   P.S.  A-A1  TREDOZIO,   P.S B-B1 VALBURA,  P.S.  C-C1 PREDAPPIO-ROCCA DELLE CAMINATE.

Elenco Iscritti

Purtroppo al momento non siamo in possesso  dell'elenco iscritti, speriamo in futuro di poter completare la lacuna inserendo l'elenco magari anche grazie al vostro aiuto.

Cronaca


Bastano 7 secondi per la vittoria di Tony


Forlì, 8 aprile 1973, 3° Trofeo delle Colline di Romagna, così recitava la prima pagina dell' opuscolo di presentazione. Il Rally, che nella presentazione sembrava avere un percorso di gara severo e selettivo, in realtà così non è stato. Nella prima speciale ripetuta due volte rimanevano nel tempo imposto più di dieci piloti in entrambi i passaggi e tolta la terza speciale da ripetere anche questa due volte, che oltre ad essere corta era anche su asfalto e piena di curve, per fare la differenza rimaneva la prova speciale della Valbura.   Prima prova:  P.S. A  TREDOZIO - Pelganta, Ravaioli, "Tony", Polese, Bacchelli, Fasan, Sansone, Canè, Zandonà, Stagnani tutti nel tempo imposto. La prova speciale di Tredozio partiva nel fondo valle,  subito dopo aver lasciato la provinciale ci si immetteva in una tretta strada sterrata con la prima parte in salita, molto guidata con tante curve alcune delle quali molto strette, arrivati poi in cima si scendeva dalla parte di Rocca S.Casciano e qui la speciale cambiava e diventava più veloce.   Seconda Prova: P.S. B  VALBURA
"Tony" 11'48",   Pelganta 11'50", Fasan 12'00", Ravaioli 12'13",   Sansone 12'18".  Come ricordato prima questa era la speciale dove si poteva fare la differenza, e "Tony" con la sua Alpine mette subito in riga gli avversari, si difende bene Pelganta a soli 2" dal primo, seguono gli altri più staccati.  Terza prova:  P.S. C  PREDAPPIO/ ROCCA DELLE CAMINATE   "Tony" 2'56",   Bacchelli 3'05",  Pelganta 3'08",   Fasan 3'09",   Ravaioli 3'11".  Prova speciale corta su asfalto e tutta curve, "Tony" riesce in pochi chilometri a staccare il secondo di 9" e Pelganta che era l'antagonista più vicino di ben 12".   Quarta prova:  P.S. A1 TREDOZIO - Pelganta, "Tony", Bacchelli, Fasan, Sansone, Canè, Zandonà, Giulianelli, Cantelli, "Uccari" tutti nel tempo imposto.  In questa prova, come nel primo giro, un certo numero di piloti riesce a terminare nel tempo imposto e se non ricordo male finisce anche la prova di Cavriani che esce di strada semidistruggendo la sua Porsche.   Quinta prova:  P.S. B1 VALBURA   Pelganta 11'40",   "Tony" 11'46",   Ravaioli 12'10",   Sansone 12'13",   Canè 12'16".  Secondo passaggio sulla Valbura, Pelganta si prende la rivincita su "Tony" rifilandogli 6", in questa prova sale alla ribalta Ravaioli, pilota che conosce bene questa prova essendo di Forlì.  Sesta prova:  P.S. C1  PREDAPPIO/ ROCCA DELLE CAMINATE   Fasan 2'59",   "Tony" 3'01",   Pelganta 3'04" - Bacchelli 3'04", Ravaioli 3'08".  Ultima speciale e secondo passaggio su questa speciale, Fasan anticipa "Tony" di soli 2" che ne rifila invece 3 a Pelganta.  
La CLASSIFICA FINALE stilata all'arrivo di Forlì dice: "Tony"  59'35",  
Pelganta 1h00'42"........ però le cronache di allora riportano che in realtà il distacco non sarebbe di un minuto e 7", ma solamente di 7" in quanto un cronometrista gli avrebbe affibbiato un minuto in più del dovuto anche dopo aver sentito le testimonianze degli altri piloti che lo seguivano e che davano ragione al portacolori della Lancia HF.
Potete vedere qui una parte della CLASSIFICA FINALE UFFICIALE  e   qui  la CLASSIFICA FINALE tratta da Autosprint.

                                                                                  * spunti di cronaca e classifica finale tratti da "Autosprint" e dalla memoria di chi scrive

Torna ai contenuti