5° Rally Colline di Romagna - 1975 - Rally Colline di Romagna 1971-1985

Privacy Policy
Vai ai contenuti

Menu principale:

5° Rally Colline di Romagna - 1975

Edizioni

Domenica 19 0tt0bre 1975 - E' l'edizione delle polemiche. Autosprint titola "Due vincitori a Forlì - Un minuto fantasma di Pittoni", il "Carlino" si limita ad affermare "Vudafieri in extremis". Fra i due litiganti, Tony e Stagnani, entrambi a bordo della fantastica Stratos, sembrava dovesse godere Pittoni, ed invece sul filo di lana ecco apparire "Vuda" e la sua Porsche 911. Il Grande deluso recrimina su di un minuto di troppo che gli sarebbe stato affibbiato nel corso della prova speciale San Zeno, per il pilota dell'Alfetta GT si sarebbe trattato di un successo esaltante, di una cavalcata veramente di gran classe. Purtroppo a nulla valgono i reclami e le polemiche, in testa non cambia nulla. Al terzo posto troviamo Lorenzelli con la Fiat Abarth 124, al quarto Montaldo con la Stratos, al quinto Bilia anch'egli su Stratos, al sesto Mancini su Porsche, al settimo Ceccato su Fiat 124 Abath, all'ottavo Cesari su Fiat 124 Abarth ed al nono un pilota assai giovane destinato a far parlare di sè: "Lucky" su Opel Commodore. Di lì a sette giorni avrebbe debuttato la Fiat 131 Abarth.
                                                  
*notizie tratte dall'opuscolo di presentazione della tredicesima edizione del rally

Percorso

Domenica 19 ottobre 1975, le strade delle colline romagnole si riempiono del rombo dei motori partecipanti al 5° TROFEO DELLE COLLINE DI ROMAGNA organizzato dalla Scuderia Arcangeli di Forlì in collaborazione con il Club Del Motore Luigi Arcangeli, valevole per il Trofeo dei Rally Nazionali e per il Trofeo Simca Kleber. La quinta edizione del Rally Colline di Romagna, partiva ed arrivava a Forlì nel Piazzale ex Becchi.  Come si può vedere da questo documento di presentazione e dalla CARTINA il percorso si snodava attraversando le località collinari dell'entroterra forlivese. Come si può vedere dalla  tabella delle DISTANZE - TEMPI la competizione si svolgeva su un percorso con 10 posti di controllo orario, quattro prove speciali da ripetersi e quattro controlli a timbro.  Si iniziava con la partenza della prima vettura alle ore 0,01 di domenica, per arrivare poi alle seguenti prove speciali:   P.S.  A-E  TRAMAZZO  di km 5,800 su terreno sterrato  con tempo imposto di 7'00",   P.S. B-F  VALBURA di km 8,700 su terreno sterrato, tempo imposto 10'30",  P.S. C-G  MONTE COLOMBO di km 4.150 su asfalto, tempo imposto 5'00", la prova doveva essere di km 4,500  con tempo imposto 5'30" ma venne accorciata per motivi di ordine pubblico, la comunicazione venne consegnata ai piloti con una circolare aggiuntiva consegnata all'ultimo momento e quindi per questo motivo nella tabella dei tempi e delle distanze risulta con la distanza sbagliata.  P.S. D-H  SAN ZENO di km 2,900 su asfalto, tempo imposto 3'30".

Cronaca


Alla competizione erano iscritte 107 vetture, verificate 98, partite 98, nel corso della gara si sono ritirati 25 equipaggi, arrivati e classificati 73, questi i dati riportati dai documenti ufficiali di allora, qui potete vedere la DOMANDA DI ISCRIZIONE e l'ELENCO ISCRITTI

VUDAFIERI FA SUO IL 5° COLLINE DI ROMAGNA

Forlì - Belle prove speciali, un'altrettanto bel cielo stellato, almeno durante il primo giro svoltosi di notte, con una imponente cornice di pubblico che faceva da cornice al passaggio dei concorrenti, Sante Valbonetti ricorda che durante il trasferimento per spostarsi dalla speciale del Tramazzo a quella mitica della Valbura avvicinandosi a questa si poteva notare che ad ogni curva illuminata da un falò acceso c'erano tantissimi tifosi, questo il mix per una bella edizione del Colline di Romagna incerta fino all'ultimo e anche dopo l'arrivo a causa di un minuto in più assegnato, a detta dello stesso pilota ma non comprovato, a Pittoni durante la terza prova speciale. Il vincitore effettivo sarà Vudafieri che in coppia con Salvador ha guidato la sua bellissima Porsche Carrera verso il gradino più alto del podio.  Prima prova:  P.S. A  TRAMAZZO   "Tony" 9'11",   Stagnani 9'13",   Pittoni 9'20",   Cesari 9'21",   Bompani 9'22".  Le Stratos guidate da "Tony" con il numero 4 e Stagnani con il numero 2 iniziano dettando la loro legge seguite dall'Alfetta di Pittoni, dalla Fiat Abarth 1800 di Cesari e dalla prima Porsche guidata da Bompani.   Seconda prova:  P.S. B  VALBURA   Taufer  10'51",   "Tony"  11'16",   Pittoni 11'26",   Bompani 11'33", Vudafieri 11'39".   Con il secondo tempo di prova dietro a Taufer, "Tony" aumenta il suo vantaggio sugli inseguitori, in questa speciale si affaccia nei primi cinque Vudafieri.  Terza prova:  P.S. C  MONTECOLOMBO   "Tony" 5'26",   Pittoni 5'30" - Stagnani 5'30",   Cesari 5'34",   Vudafieri 5'36".  Quarta prova:  P.S. D  SAN ZENO   "Tony" 3'34",   Tormene 3'52",   Vudafieri 3'56" - Cesari 3'56",   Montaldo.   Continua la prova di forza del binomio Stratos - "Tony" anche sulle brevi prove speciali in asfalto di Montecolombo e San Zeno, mentre approfittando di un terreno più favorevole si fanno vedere Tormene e Vudafieri entrambi su Porsche Carrera. Inizia il secondo giro con il secondo passaggio sulla  Quinta prova:  P.S. E  TRAMAZZO Pittoni 9'23",   "Tony" 9'30",   Tabaton 9'35",   Stagnani 9'37",   Billia 9'43".  Pittoni al secondo passaggio sulla prova del Tramazzo, pur peggiorando il tempo fatto segnare nel passaggio precedente, riesce a tenersi dietro "Tony" di 7", il peggioramento dei tempi probabilmente è anche dovuto al fatto che la sede stradale si è deteriorata e le auto in certe curve strisciano sotto, ricordo ancora oggi con "dispiacere" le scintille che facevano le Stratos spanciando nei primi tornanti della prova.  Sesta prova:  P.S. F  VALBURA   Pittoni 11'27",   Billia 11'28",   Tony 11'24",   Vudafieri 11'40",   Lorenzelli 11'47".  Pittoni con la sua Alfetta si ripete e si lascia alle spalle le due Stratos di Billia e di "Tony" e anche in questa speciale i tempi si alzano.   Settima prova:  P.S. G  MONTECOLOMBO   Pittoni 5'31",   Tormene 5'35",   Billia 5'36" - Vudafieri 5'36",  Cesari 5'43".  Colpo di scena, in questa speciale si ritirano le due Stratos di "Tony" e Stagnani entrambe per la rottura di un fusello. "Tony" al momento del ritiro era in testa con 1'30" di vantaggio su Pittoni mentre Stagnani era in quarta posizione.  Ottava prova:  P.S. H  SAN ZENO   Tormene 3'51",   Mancini 3'53",   Vudafieri 4'00",   Lucky 4'05",   Lorenzelli 4'06".  L'ultima prova speciale mette in archivio il rally consegnando ufficialmente la vittoria a Vudafieri e la sua Porsche. LA CLASSIFICA UFFICIALE recita così, Vudafieri - Salvador al primo posto del 5° Rally Colline di Romagna, al secondo posto Pittoni - Buzzati a solamente 2" di distacco, terzi  Lorenzelli - Collorati, equipaggio giovane che ha gareggiato ad armi pari con i primi sulla sua Fiat Abarth 124........


Se non lo avete già fatto potete vedere la Classifica Generale Ufficiale qui, mentre qui potrete vedere la Classifica per Classi

                                                                                                        
* spunti di cronaca tratti da "Autosprint" e dalla memoria di chi scrive

 
2012 rallycollinediromagna.it by U.R. & M.L.C. - Tutti i diritti riservati - email: info@rallycollinediromagna.it
Torna ai contenuti | Torna al menu